Nella breve guida che segue è possibile scoprire quali sono le possibili cause dietro uno problema di mancato riscaldamento dei termosifoni in maniera da risolvere il problema il prima possibile e tornare il più presto alla normalità.

Pressione bassa della caldaia

La maggior parte delle volte che i termosifoni non si scaldano come dovrebbero ora restano appena tiepidi, il problema è imputabile a livello troppo basso di pressione della caldaia. se la pressione del sistema dovesse essere al di sotto di un bar, può succedere che la fiamma pilota non si attivi nemmeno.

Il livello della pressione si aumenta introducendo nuova Acqua all’interno del Circuito. Per farlo, è sufficiente aprire il rubinetto di colore nero per qualche secondo al massimo.

Aria e condensa nel circuito

Se il sistema di riscaldamento non dovesse funzionare come di consueto, potrebbe essere il caso di sfiatare i termosifoni. L’acqua calda perché ricircolo all’interno dei caloriferi può generare condensa, vapore acqueo e anche bolle d’aria. Queste impediscono il corretto circolo dell’acqua calda prodotta dalla caldaia e per eliminarle si deve procedere con lo sfiato dei termosifoni.

Si tratta di aprire la valvola del termosifone per fare uscire tutta la condensa. Non appena esce di nuovo acqua, bisogna chiudere. L’operazione va ripetuta per tutti i termosifoni di casa.

Incrostazioni di calcare

Purtroppo, il calcare è una formazione molto dannosa che ostacola la corretta circolazione del calore del prodotto dalla caldaia. Infatti, il sistema convettivo che permette di trasferire il calore dall’acqua all’interno dei termosifoni all’aria circostante viene ostacolato se nel termosifone stesso è presente del calcare.

È una situazione abbastanza Frequente soprattutto nei luoghi in cui l’acqua valore di durezza molto alto. Per risolvere il problema è sufficiente contattare un valido tecnico della caldaia che possa eseguire il cosiddetto lavaggio dei termosifoni. si tratta di inserire dei caloriferi delle sostanze acide che sciolgono il calcare. Se l’acqua è particolarmente dura, cioè ricca di calcare, bisognerebbe ripetere il processo periodicamente.

Se desideri avere ulteriori approfondimenti, vai su www.assistenzacaldaieriello.roma.it