Che tu sia un privato cittadino, un libero professionista o un imprenditore, potrà capitarti prima o poi la necessità di noleggiare un mezzo di trasporto, ad esempio un furgone. Oggi buona parte dei furgoni, per essere noleggiati, richiedono la garanzia di una carta di credito, cosa che però non tutti hanno.

In questo caso dunque il pagamento deve avvenire in contanti e sono ancora alcuni i servizi di noleggio che permettono di farlo, come ad esempio www.noleggiofurgonisenzacartadicredito.it. Società come questa ti permettono di noleggiare in tranquillità il tuo furgone e pagare in contanti.

Tuttavia sui pagamenti in contanti ci sono dei limiti. In questo articolo vediamo quali e quanti sono, per poi vedere quali soluzioni si possono intraprendere per aggirarli in parte.

Quali sono i limiti sull’uso dei contanti

Fino ad anni scorsi il limite massimo per i pagamenti in contanti era fissato a 3.000 euro, e da luglio 2020 il nuovo limite massimo per i pagamenti in contanti è di 2.000 euro. Si prevede che un ulteriore inasprimento inizierà a gennaio 2022, quando il limite sarà ulteriormente dimezzato a 1.000 euro.

Questo significa che il vostro noleggio dovrà essere al massimo di 999 euro, altrimenti sarete bloccati nel pagamento. Oppure no?

Come ovviare a questi limiti

Ovviare a questo limite è abbastanza semplice e comprovato da varie realtà di noleggio furgoni in tutta Italia. In linea di massima, qualora il noleggio superi il valore di 999 euro, il pagamento del noleggio avviene in modo scaglionato.

In altre parole una parte del pagamento viene corrisposto in forma di acconto, come forma di garanzia. Successivamente al ritiro del mezzo si corrisponde un’altra parte del compenso previsto per il noleggio. Infine il pagamento viene completato alla riconsegna del mezzo noleggiato.

Questa modalità permette di dilazionare il pagamento, ottenendo così tre pagamenti in contanti, potenzialmente ognuno da 999 euro massimi.

Questo permette di ottenere noleggi anche più importanti e più lunghi nel tempo, mantenendo comunque il pagamento in contanti tanto desiderato. Questo permette anche il risparmio delle possibili commissioni imposte da banche o altri istituti.