Per ridurre l’importo della bolletta della luce, continuando comunque a tenere acceso il tuo condizionatore d’air, ecco alcuni consigli utili.

Imposta correttamente il termostato

Non esagerare e imposta con attenzione il termostato del tuo condizionatore d’aria. Per avere sollievo dall’afa estiva, sono sufficienti un paio di gradi in meno rispetto alla temperatura presente. Usa quindi un termometro per rilevare la temperatura attuale e imposta il termostato di conseguenza.

Abbassa le tapparelle

La luce solare trasporta con sé calore; per tale ragione, per tenere basse le temperature in casa abbassa gli avvolgibili. Tieni gli ambienti al buio evitando che la temperatura salga. Questo è un piccolo trucco ma indispensabile per tenere sotto controllo i consumi del condizionatore e, di conseguenza, anche la bolletta della luce.

Chiudi le finestre

Per evitare alti consumi di energia elettrica legati al condizionatore, tieni sempre le finestre ben chiuse. Se le tieni aperte, anche solo una fessura, entra aria calda dall’esterno che aumenta la temperatura e costringe il condizionatore a restare accesso ancora per diverso tempo, sprecando energia elettrica.

Spegni quando esci di casa

Non riuscirai mai a tenere bassi i consumi del tuo condizionatore se non lo tieni ‘occhio. Se esci di casa, anche solo per poco tempo per una veloce commissione, dovresti sempre spegnere il climatizzatore d’aria. Per ridurre l’uso di energia elettrica, dovresti controllare di tanto in tanto l’apparecchio e se non sei in casa non ha molto senso ridurre le temperature, rischiando poi di rientrare e trovare un freddo polare artico che a causa anche sindromi da raffreddamento.

Prenota una manutenzione periodica

Il tecnico della manutenzione e assistenza condizionatori Mitsubishi a Roma dovrebbe intervenire periodicamente per garantire il corretto funzionamento dell’apparecchio. Si tratta di eseguire un serie di operazioni che hanno tanti scopi diversi, tra cui anche migliorare l’efficienza e ridurre i consumi di energia elettrica. Chi ha un condizionatore che non viene toccato da anni, sicuramente avrà una bolletta molto alta durante la stagione estiva quando attiva l’aria proprio perché l’apparecchio ha una serie di piccoli malfunzionamenti.